Ear Training. Dettati armonici - Chiappero Marco

29,23 €
Tasse incluse
Listino Editore: 24,00
iva: 0% (compresa nel prezzo)
Codice prodotto: ZEDDE9790705003253
Autore: Chiappero Marco
Editore: ZEDDE
Quantità
Disponibilità immediata

  • Spedizione gratuita con corriere espresso sopra i 99€ Spedizione gratuita con corriere espresso sopra i 99€
Ear Training. Dettati armonici - Chiappero Marco
Ear Training è una disciplina introdotta nella didattica dei corsi accademici dei conservatori. Consiste nell'esercitare la capacità di distinguere gli elementi primari della musica: note, accordi, intervalli e, soprattutto, i nessi armonici.
Può indubbiamente favorire e integrare lo studio dell'armonia tonale, poiché l'ascolto e l'abitudine a riconoscere la disposizione verticale dei suoni nelle successioni accordali e la successiva decifrazione preparano il musicista a una lettura della partitura e a un'esecuzione consapevoli.
Il corso esplora alcune peculiarità di una disciplina particolarmente vasta e prepara alla decifrazione degli accordi e delle loro parti interne. Mediante l'ascolto della sonorità complessiva e tenendo conto delle principali regole dell'armonia funzionale e della condotta delle parti applicate a ogni singolo caso, si possono riconoscere i vari elementi musicali. Le sigle sottese agli accordi hanno la funzione di identificare la sonorità, l'effetto sonoro di un accordo in relazione a quelli vicini o ai suoi rivolti (quindi ad altri accordi con medesimi suoni ma disposti o spazializzati diversamente). Per identificare e collocare un accordo fra altri è importante sentire come «suona». Per esempio, le ripetizioni di un accordo i cui suoni vengono sovrapposti, ma ad ottave diverse, in diverso ordine e con timbri differenti, producono sensazioni che hanno differenti gradi di somiglianza. Infatti, una T - tonica maggiore allo stato fondamentale - è affine ai suoi rivolti, seppure con diverse sfumature, a seconda della disposizione dei suoi suoni e di altri parametri interessati, tuttavia dipende anche dal giudizio soggettivo dell'ascoltatore che è condizionato dal suo percorso culturale. Le sensazioni e la percezione, il percorso per raggiungere l'obiettivo - scrivo quello che ho sentito, ascoltato e immaginato - sono strettamente individuali: ecco che la soggettività può avere un peso determinante. La formazione culturale e teorica e il percorso delle sensazioni uditive si intersecheranno, generando informazioni che dovrebbero condurre al risultato. Per tale motivo sono presenti schede preliminari accanto ad altre che possono essere utilizzate secondo il grado e il tipo di preparazione degli studenti. Alcune schede sono di approfondimento, utili per dettare frammenti di repertorio, altre sono dedicate alla scrittura a parti late; il docente può valutarne tempi e modi di utilizzo.
ZEDDE
ZEDDE9790705003253
1 Articolo